La stupeocrazia

Fabio faceva il custode al Teatro comunale di Modena.

Oggi non più. E’ affetto dal morbo di Burger o tromboangioite obliterante, che colpisce i maschi sotto i quarant’anni, specie se forti fumatori. La malattia provoca principalmente la trombosi dei vasi, fino alla cancrena degli arti e la conseguente amputazione.

Fabio è sulla sedia a rotelle, perché è senza gambe. E’ un invalido vero, non come i “falsi” che devono preoccuparsi della manovra finanziaria, secondo il ministro Tremonti.

Fabio ha un’indennità di accompagnamento. Che gli viene puntualmente sospesa due volte all’anno, in occasione della visita medica di controllo. Cosa deve valutare la Commissione? Se Fabio sia ancora invalido e se cioé abbia ancora diritto all’assegno. Il responso però non è dato subito, ma nel rispetto delle tabelle della burocrazia, anche dopo due o tre mesi.

Intanto Fabio si deve arrangiare come può per vivere, chiedendo prestiti a parenti e amici (anche due ragazzi marocchini), che restituirà puntualmente nel momento in cui la Commissione si sarà pronunciata: «sì, Fabio è ancora senza gambe».

Fonte: Gazzetta di Modena, 3 giugno 2010.

Annunci

Commenti su: "La stupeocrazia" (2)

  1. Grazie Cecilia per il suo commento.
    In Italia evidentemente non si considera ancora nel modo dovuto che il dolore cronico possa costituire una patologia invalidante. Per il resto, le parole che ha dovuto ascoltare si commentano da sole.

  2. Cecilia ha detto:

    anche io sono affetta da morbo di burger. le commissioni invalidi sono estenuanti e molto frustranti. aggiungerei che nella valutazione non viene tenuto in considerazione il dolore cronico provacato dall’ischemia che accompagna il burger. dolore sempre, giorno e notte, ma nelle tabelle che l’INPS usa per valutare l’invalidità il “dolore cronico” non è tra le voci.

    Io ho ancora gli arti inferiori, anche se poco funzionanti. Ad una delle numorose visite mi hanno detto “non si preoccupi se ora le diamo una percentuale bassa, tanto l’arto lo perderà e allora ci rivedremo”.

    è una malattia terribile, e il nostro Stato abbandona e umilia i malati e gli invalidi

I commenti sono chiusi.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: