Felicità è un seno nuovo

Il X Rapporto nazionale su infanzia e adolescenza (Eurispes-Telefono Azzurro) ha toccato il tema della chirurgia estetica che riguarda anche adolescenti e giovani. Dei circa 150mila interventi di chirurgia plastica effettuati nel 2008 in Italia, 85.500 riguardano pazienti tra i 18 e i 25 anni. C’è stata una crescita esponenziale di questi interventi: dai 54000 pazienti nel 2002 agli 80.000 nel 2006.
Su cosa s’interviene? Per quanto riguarda le donne: sedere, pancia e fianchi sono al top della classifica dei difetti da correggere (84%). Seguono le gambe (41%), il seno (17%), la pelle e il viso (in entrambi i casi 11%).
Emerge quindi la necessità di conformarsi a modelli estetici imposti, tali da non fare apprezzare una o più parti del corpo. Ragazze intervistate (16-17 anni) hanno affermato che non solo non avrebbero alcun problema ad ammettere un intervento di chirurgia estetica (73%), ma ne andrebbero addirittura fiere (10%).
Si assiste in conclusione ad una ricerca della perfezione: rotondità in eccesso possono diventare un problema esistenziale, da risolvere ad ogni costo.
Visti i costi di queste operazioni (dai 6ooo ai 10000 euro per ogni intervento), come fare per ragranellare tanti soldi? Alcune adolescenti si sono inventate una sorta di vetrina on-line in cui “mostrarsi” in cambio di contributi in denaro. Altri metodi possono essere facilmente immaginati.

Annunci

Commenti su: "Felicità è un seno nuovo" (5)

  1. cambiamo modelli !!

  2. francesca ha detto:

    purtroppo…mi rendo conto sempre di più che la stragrande maggioranza crea e alimenta la propria “cultura” dai modelli televisivi…

  3. francesca ha detto:

    …mi domando: dopo l’operazione, sono davvero felici e soddisfatte di sè? o devono cambiare ancora qualcos’altro..e altro ancora perchè la perfezione è qualcosa di lontano e irrangiungibile..qualcosa che si vede in tv negli altri e non in noi stessi…è tutto molto triste..

  4. un nuovo tipo di regalo per i 18 anni delle figlie: il seno, il naso, le orecchie… purtroppo non gli hanno dati in dotazione o ricambio quando sono nate e allora i genitori si sentono in colpa dell’infelicità delle figlie…
    Lo dicono spesso i genitori quando portano le figlie dal chirurgo plastico.

I commenti sono chiusi.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: