crescentaQuello dei 50 è un traguardo che offre indiscutibili vantaggi.

  1. Incontri qualcuno che ti saluta e tu non hai la più pallida idea di chi sia (ovviamente fai finta di saperlo … finché l’espressione basita non ti tradisce): ho 50 anni!
  2. Confondi episodi della giovinezza, quando un amico ti chiede: “ti ricordi quando …?”: ho 50 anni! E poi francamente ti sei sempre confuso.
  3. Sviluppo tragico dei primi due punti quando a qualcuno viene la bella idea di organizzare una rimpatriata di compagni delle medie. Tu osservi tutti, uno ad uno, ed esulti per averne riconosciuto il 70%. Ho 50 anni! Ti arrovelli riguardo gli altri che non hai riconosciuto, poi ti ributti sui tortelloni. E questo ti manda avanti, al punto 6.
  4. Vai a prendere un film al videonoleggio per godertelo in dolby surround. All’inizio ti sembra una scelta eccezionale: è un gran film. Passano altri venti minuti e inizi a notare qualcosa di famigliare (tra te e te o con chi ti è vicino, commenti: “questo regista non fa altro che ripetersi”). Alla fine del primo tempo, ti rendi conto di aver già visto il film due volte. Comunque non importa, tanto non ricordi come va a finire: ho 50 anni!
  5. Allo stesso modo ti sdrai sul divano per vedere un programma tv veramente interessante (e hai adottato le strategie più abili per convincere chi vive con te). Dopo 10 minuti, commenti: “hai visto che avevo ragione?”. Passano altri venti minuti e cominci a perdere qualche battuta. In un attimo ti ritrovi a lottare con tutte le tue forze per tenere gli occhi aperti ed infine, con un sussulto di dignità, ti alzi e auguri la buonanotte: ho 50 anni! L’indomani, immancabilmente, chiedi come sia andata a finire. Ed è solo il grande affetto di chi vive con te a farti risparmiare ulteriori umiliazioni.
  6. Ti guardi allo specchio e noti la pinguedine sempre più accentuata. Consideri che eri così anche a trent’anni, con la differenza che ora non t’importa più: ho 50 anni!
  7. E vogliamo parlare della tabula rasa che hai sulla testa? Già verso i 27 anni iniziavi a vedere allo specchio i primi riflessi. Progressivamente i riflessi sono diventati bagliori e ora è una luce accecante. Finalmente puoi risparmiare riguardo tutte le “crescine”del mondo: ho 50 anni! Pensi che meglio della crescina sia la crescenta. E questo ti riporta al punto 6.
  8. L’autunno spinge a belle passeggiate sulle colline, in mezzo ai filari di vite. I colori sono bellissimi e l’aria è tersa. Ti senti ispirato. Vorresti parlarne con chi cammina di fianco te. Provi ma poi le parole si spezzano e i tuoi polmoni reclamano ossigeno. Allora alzi il dito per chiedere silenzio ed ascoltare un verso lontano. Ho 50 anni!
  9. La coscienza o qualcuno ti suggerisce di fare un bilancio della tua vita. Sai, le solite domande: errori commessi, opportunità mancate, realizzazioni e cosette di questo tipo. Pensi allora che la vita media si è allungata. E rimandi ai 60 il bilancio: ho 50 anni!
  10. Infine, sei qui come uno stupido a scrivere delle belinate. Potresti dedicare il tuo tempo a cose più utili per te stesso e per il mondo. Dato che ho 50 anni!!
Annunci

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: