Archivio per agosto, 2009

Il calamaro e la balena

E’ un film di qualche anno fa che ho visto ieri sul digitale terrestre. Narra della vicenda separativa di due scrittori (in declino lui, in grande ascesa lei) e delle relazioni con i figli. Il tutto sembra abbastanza scontato. Emerge tuttavia stridente il contrasto tra l’autocompiacimento della cultura degli intellettuali (del padre soprattutto) e i disastri educativi prodotti sui figli, tragicamente schierati.

I figlio più piccolo si dà alla birra, il più grande pasticcia nelle relazioni affettive e spaccia per sua una canzone dei Pink Floyd. Nel frattempo i genitori, con la coscienza a posto per avere deciso l’affidamento congiunto, si dedicano ai loro interessi.

I figli-calamari non possono che essere schiacciati da genitori-balene e così i danni iniziano ben prima della separazione.

Una nota comica: nell’accordo di separazione non si era pensato al gatto. Cosa fare? Anche per lui una sera da uno e una sera dall’altra! Un giorno il micio tenta di scappare: come biasimarlo?

Tu-sei-il-sole

tu sei il soleUna volta tanto dell’Italia si può parlare come di un paese civile e non per i soliti motivi dei festini di papi o dei giochi “tortura-immigrati” pubblicati su Internet.
Una bimba etiope di quattro anni dal nome bellissimo, è stata adottata da una coppia italo-americana. Quando tutto è pronto per volare verso gli USA, l’alt del Governo americano: la bimba è affetta da tbc e non può entrare negli States. Poco importa se la malattia non è affatto contagiosa. Cosa fare? lasciare la bambina per mesi da sola ad Addis Abeba o … L’alternativa arriva dal cielo ed è tutta italiana. Tu-sei-il-sole viene accolta in un cantro milanese e tra breve tempo, dopo le cure adeguate, potrà raggiungere la nuova casa.

Liberaci dal male

Il rettore del Santuario della Guardia di Genova ha celebrato la Messa per tutti i divorziati risposati e conviventi. Nella stessa giornata, in una celebrazione distinta, ha accolto le famiglie che festeggiavano gli anniversari di matrimonio.
Ben vengano le occasioni di riflessione sulla condizione dei credenti che soffrono per non potersi accostare ai Sacramenti: senz’altro la Messa alla Guardia è stata una buona idea.
Tuttavia l’Eucaristia è il memoriale della Pasqua di Gesù, sacramento di amore e unità. Non trasformiamola in occasione di divisione.
La Messa degli sposati e quella dei divorziati? Liberaci dal male!

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: