E’ stata pubblicata una sentenza della Corte di Cassazione (n. 437 del 05/03/2009) a proposito di una madre che non voleva che il figlio trascorresse con il padre un periodo di vacanza prestabilito.
La Corte ha stabilito che: «… rientra nei doveri del genitore affidatario quello di favorire, a meno che non sussistano contrarie indicazioni di particolare gravità, il rapporto del figlio con l’altro genitore, e ciò proprio perchè entrambe le figure genitoriali sono centrali e determinanti per la crescita equilibrata del minore».
Sembra che in ballo ci fosse l’assegno di mantenimento, pur sacrosanto.
La speranza è che la sentenza, debitamente diffusa e pubblicizzata, faccia riflettere quei genitori che utilizzano i figli come ostaggi nelle loro diatribe, provocando gravi conseguenze sulla crescita psico-fisica.

Annunci

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: