Sul Corriere della Sera di oggi, a pagina 27, si parla della Pas (Parental Alienation Syndrome): un disturbo psicologico che può insorgere nei figli quando vengono coinvolti in separazioni conflittuali. Tale disturbo fu descritto per primo dal dott. Richard Gardner.
Avviene che un genitore (alienatore) attiva un programma di denigrazione contro l’altro genitore (genitore alienato), al punto da indurre un rifiuto nei confronti del genitore non collocatario (quasi sempre il padre).
Questo atteggiamento può avere conseguenze gravi sullo sviluppo del bambino ed è ovviamente sbagliato nei confronti di quel genitore che si trova senza alcuna colpa ad essere rifiutato dai figli.
Ecco i segnali a cui prestare attenzione:
a) il bambino prova un astio del tutto ingiustificato;
b) il genitore con cui vive è tutto buono, l’altro tutto cattivo;
c) il bambino dice di essere arrivato da solo a queste evidenze;
d) il bambino appoggia incondizionatamente il genitore con cui vive: ha sempre ragione;
e) il bambino non ha alcun senso di colpa per il disprezzo che sente per un genitore;
f) il bambino usa espressioni che non possono appartenere a lui;
g) l’ostilità da parte del bambino è allargata alla famiglia, agli amici e all’eventuale nuovo compagno del genitore con cui non vive;
h) il genitore con cui il bambino vive sostiene e incoraggia questo atteggiamento.

Annunci

Commenti su: "Sindrome di alienazione genitoriale" (5)

  1. antonella murru ha detto:

    Sei mesi fa prima udienza di separazione giudiziale tra me ed ex marito, due figli (9 e 15 anni) maschi affidati congiuntamente ad entrambi con domicilio presso il padre. I rapporti tra noi genitori sono ulteriormente peggiorati, lui minaccia, tra l’altro, di portarli definitivamente via (è di nazionalità marocchina). Purtroppo riconosco nella “PAS forma grave” le condizioni e gli atteggiamenti dei miei amati figli ….. i quali sono giunti perfino ad aggredirmi fisicamente con spintoni, calci e lanciandomi oggetti addosso. Prima di parlare di sindrome col mio avvocato, vorrei conoscere esperienze simili ed eventuali sentenze emesse in Sardegna, in particolare nella provincia di Nuoro dove vivo. Grazie.

  2. elio manca ha detto:

    Ormai la PAS o sindrome di alienazione genitoriale, sebbene con molto ritardo sia arrivata nei tribunali italiani, e solo in alcuni di essi, non è ben o affatto conosciuta dalla gran parte di magistrati o avvocati dei nostri fori.
    La qualcosa è di enorme gravità in quanto costoro devono tanto condurre le conflittualità delle separazioni quanto valutarle. Poichè ci si può avvalere delle CTU non raramente però questi appaiono poco esperti di tali problematiche, valutando perciò il minore semplicemente su quanto riferisce.
    Inoltre, qualora venisse evidenziata una PAS nella forma grave, o un abuso psicologico del genitore manipolatore, o la s. del genitore interdetto, o altro ancora, si assiste pure oggi a provvedimenti che senza alcuna ragione sono timorosi nei confronti delle madri, ignorando tanto il vero bene dei figli quanto il persistente e grave danno al padre.
    Dovrebbero perciò tali magistrati avere tanto una certa competenza nel settore, quanto essere più coinvolti nelle proprie responsabilità “legali” circa i danni che possono perpetuare ai minori.

I commenti sono chiusi.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: